Amici che mi seguono

-

Image and video hosting by TinyPic

05 maggio 2010

LqA......anche io.....

Non potevo che aderire........e sono fiera di avere questa meravigliosa patologia LqA........dalla quale non voglio guarire..........
Image and video hosting by TinyPic
Anzi in famiglia ce la stiamo tramandando di generazione in generazione  (nonne, mamma e zie).......tanto che ormai penso sia una bellissima malattia ereditaria.......da trasmettere anche alle generazioni future.............

riporto l'articolo, scritto da Try2Knit trovato qui


LqA - La sindrome della lanista-

Sai di essere una lanista quasi anonima quando:
  • Hai in casa tre cassapanche di cedro, svariati cassetti, cinque credenze e ancora ti manca spazio per organizzare lana e ferri.
  • Quando vai in vacanza devi pianificare in anticipo l'itinerario in base ai negozi di filati della zona
  • Il tuo mantra è diventato "una sola riga di più".
  • Hai sei progetti in corso
  • Stai programmando i prossimi sei progetti.
  • Ogni giorno guardi Ravelry per mettere in coda altri duemila progetti.
  • Ogni volta che trovi un nuovo pattern sgrani gli occhi e pensi: "ah questo lo devo assolutamente fare!"
  • Hai più lana di quanta tu ne possa lavorare in tutta la vita.
  • I tuoi occhi vedono così sfocato che avresti bisogno di una lente di ingrandimento 8x per vedere il modello ma vai avanti comunque.
  • Per i tuoi amici sei "la nonna".
  • Ti sta per venire il tunnel carpale da ferro.
  • Oltre alla tua solita borsetta ne hai una extra dedicata al knitting.
  • Non puoi andare al mercato, o in un negozio di lana senza comprare almeno un gomitolo.
  • Prima di comprare quel gomitolo ti eri detta che non avresti comprato nulla.
  • Stai ridendo sotto ai baffi leggendo le ultime due righe perché ti succede almeno una volta a settimana.
  • Nella tua cronologia internet ci sono blog e siti che parlano di knitting e di lana.
  • Dimentichi di preparare la cena a tuo marito ma mai di andare avanti col lavoro.

Se ti senti chiamata in causa da queste poche righe sei una lanista quasi anonima. Non preoccuparti, non è curabile e la cosa andrà solo peggiorando, quindi fai un bel respiro profondo, prendi i ferri e vieni alla prossima riunione, inizio io:

I diritti delle Laniste quasi Anonime.

1. Il diritto di avere la casa piena di lana.
2. Il diritto di dire che non comprerai più lana.
3. Il diritto di comprare ancora lana, tanta lana, anche si ha la cantina piena.
4. Il diritto di finire il giro, e poi quello dopo, e quello dopo ancora.
5. Il diritto di guardare i maglioni e i cappelli delle ragazze in coda al supermercato per capire se è fatto a mano, che pattern è, se c'è su ravelry, se è free.
6. Il diritto di scaricare ancora pattern. La nostra è una bulimia atipica. Non combattiamola
7. Il diritto di cominciare mille lavori insieme.
8. Il diritto di comprare ferri online dall'america.
9. Il diritto di partire con una valigia in più. Sia mai che là dove andiamo ci sia un negozio che vende un filato introvabile in Italia.
10. Il diritto di pianificare il viaggio in base ai negozi di filati.
11. Il diritto di occupare il divano per sferruzzare.
12. Il diritto di comprare un'altra rivista di maglia.
14. Il diritto di farsi fotografare con le proprie creazioni. ora.
15. Il diritto di stare su Ravelry per delle ore.

12 commenti:

Croccheta ha detto...

Penso proprio di avere anchio questa grave malattia e non volgio guarire, mai come hai fatto hai azzeccato tutti i punti

ariarossa ha detto...

ma sei bravissima Andreina!
Hai messo banner e pure il resto! :)

mamanluisa ha detto...

caspiterina! quanti diritti......
ciao mia cara, buona serata
serafina

sbrenzola ha detto...

bellissima Andreina
sei proprio una rennina
bacione
Annamaria

Tilly ha detto...

Io non sono una lanista, ma mi si applica spiccicato per l'uncinetto con il cotone!!

bilibina ha detto...

Ciao Andreina, molto divertente! Non so se io mi possa definire proprio una "lanista": anche se mi piace molto il lavoro a maglia non sono costante, vado a periodi!
Carmen

Alice ha detto...

ahahahaha Andreina, allora io sono caso grave... ho circa 150 kg. tra lana e cotone rimastimi perche altri 70 kg. li ho regalati. Ho minimo 3 paia di ferri per ogni finezza, le spille adatte per la sospensione dei punti e 10.000 altri armeniccoli. Ma il bello è che ogni piccolo gomitolino, anche di 5 o 6 metri, viene messo via e mi dispiace buttarlo. Il tunnel carpale l'ho fatto a destra e sinistra e allora (1994) mi hanno ingessata. Bene: sono riuscita a stupire il medico perchè mi ha trovata a lavorare con i ferri infilati nel gesso. Non solo quando vado in ferie visito tutti i negozi di filati ma il lavoro che ho iniziato a casa mi segue, così sulla spiaggia assolata mi trovo a lavorare una lana magari pelosa... Maronna sono da ricovero!

Marshall ha detto...

Che simpatico questo post! Non sono propriamente una lanista, ma a periodi alterni sono stoffista, perlinista, vetrista, riciclista e chissà che altro mi verrà ancora! Ciao
Marshall

mina ha detto...

Decisamente sono ammalata........ e ne sono fiera! un bacio

piccola55 ha detto...

allora sono malatissima non so piùdove nasconderla!!!!!

Iulia ha detto...

grazie per aver partecipato al mio blogcandy..in bocca al lupo..Iulia

๑۩۞۩๑ Barbara๑۩۞۩๑ ha detto...

ciaooo meno male che sei passata nel mio blog così ho potuto conoscerti e scoprire il tuo blog!!! mamma mia bella questa sindrome.. un tempo l'avevo poi si è trasformata in una strana sindrome multi hobby sono irrecuperabile!!!
baci
barbara

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...